Alimenti nocivi per la prostata

Anche se la correlazione non ГЁ ancora chiara, il Telegraph riporta che i Paesi dove il consumo di soia ГЁ piГ№ elevato della media, tendono ad avere una diffusione minore del cancro alla prostata.

Per mantenere la prostata in salute con l’avanzare degli anni, ГЁ importante anche mangiare bene. Il quotidiano inglese Telegraph ha raccolto i 5 alimenti da evitare e quelli che invece possono aiutarci.

A quanto pare, sia il luppolo che il lievito di birra sono collegati a effetti negativi sulla ghiandola prostatica. Il luppolo contiene delle sostanze simili agli estrogeni, ormoni femminili, e puГІ, quindi, interferire con la normale produzione ormonale.

Proprio come i latticini e i grassi saturi, gli zuccheri in eccesso provocano un’infiammazione nell’organismo. In particolare, gli zuccheri raffinati mandano in tilt il sistema immunitario, portando a un’eccessiva produzione di citochine proinfiammatorie.

Lo dice anche l’Airc: la carne rossa in grandi quantitГ , soprattutto se grassa o troppo cotta, ГЁ assolutamente da evitare per una prostata in buona salute.

Vero e proprio toccasana per la prostata, il pomodoro ГЁ stato dimostrato benefico grazie all’analisi di ben 67 studi scientifici sull’argomento. Questo ingrediente rallenta il rigonfiamento della ghiandola grazie al licopene, un nutriente di cui il frutto rosso ГЁ molto ricco.

Se vuoi mantenere la prostata in salute devi assolutamente evitare bevande e alimenti con zuccheri aggiunti.

La University of North Carolina ha identificato, ad aprile di quest’anno, una correlazione tra diete ricche di grassi saturi e la maggiore aggressivitГ del cancro alla prostata. Stop quindi ad alimenti che ne contengono molti, soprattutto formaggi e carni molto grasse.

Molti studi scientifici hanno dimostrato che la soia puГІ abbassare il rischio di cancro alla prostata quando consumata in grandi quantitГ . Un discorso simile vale anche per altri legumi, soprattutto ceci e lenticchie.

D’altro canto l’astinenza prolungata provoca ristagno di secrezioni nella ghiandola prostatica ed una possibile infezione seminale.

Per ridurre il peso specifico delle urine ed evitare le infezioni urinarie, che sono molto frequenti nel paziente prostatico, bere almeno 2 litri di acqua oligominerale, a piccoli sorsi, frequentemente nel corso della giornata. E’ pero’ indicato ridurre l’introito di liquidi 2-3 ore prima di coricarsi, onde evitare di alzarsi di notte per urinare a causa di un’aumentata diuresi.

Ogni visita deve essere preceduta dal dosaggio del PSA nelle sue tre frazioni (Totale, libero e rapporto Libero/totale), oltre ad essere completata dall’esecuzione dell’ecografia specialistica della prostata (con sonda transrettale).

L’attivita’ sessuale non è nociva, anzi, se praticata con regolarità, ha effetti benefici.

Nei soggetti a rischio (con familiari di primo grado affetti da cancro della prostata) lo screening va iniziato più precocemente (40 anni) e va effettuato ad intervalli più frequenti.

Tutte le attivita’ fisiche e sportive di tipo aerobico riducono la congestione della prostata e stimolano la circolazione pelvica.

Tutti gli alimenti elencati presentano spiccate proprieta’ irritanti sul basso tratto urinario (prostata e vescica).

L’infiammazione della prostata molto spesso dipende o viene aggravata da un alterato stile di vita. L’attenta osservanza dei consigli di seguito riportati e’ indispensabile per attenuare i fastidiosi sintomi causati dalla prostatite e per evitare le recidive, che sono molto frequenti.

Quando sopraggiunge lo stimolo eiaculatorio, questo va sempre assecondato e mai interrotto volontariamente, onde evitare fastidiosi fenomeni di reflusso intraprostatico del liquido seminale.

You Might Also Like