Rimedi naturali per la prostatite batterica

La prostatite batterica acuta richiede un trattamento intrapreso con tempestività, in quanto questa condizione può degenerare e causare infezioni della vescica ed altri disturbi; è necessario, quindi, intraprendere il prima possibile un trattamento adeguato, in modo da prevenire qualsiasi peggioramento nella condizione della prostatite e qualsiasi disturbo associato alla prostatite stessa.

Le cause della prostatite non sono state individuate con certezza, infatti si ritiene che i batteri in circolo in organi vicini alla prostata possano entrare nella ghiandola prostatica e causare l’infezione, tuttavia questi processi devono ancora essere chiariti; in passato, si riteneva che la prostatite fosse una malattia trasmessa sessualmente, mentre, in realtà, le recenti ricerche hanno evidenziato il fatto che solo una piccola percentuale tra i casi di prostatite viene ricondotta ad una patologia trasmessa sessualmente.
Le cause della prostatite, quindi, possono essere diverse e devono essere valutate caso per caso, tuttavia per risalire alle cause della prostatite occorre individuare tutte quelle condizioni che potenzialmente potrebbero favorire una diffusione dei batteri; ad esempio, in una persona che, in tempi recenti, ha sofferto di una infezione della vescica di origine batterica e, successivamente, ha sviluppato una prostatite batterica, è molto probabile che l’origine della prostatite sia la diffusione dei batteri dalla vescica alla prostata.

In caso di prostatite, il medico prescrive uno specifico trattamento ed una terapia da intraprendere, tuttavia alcuni rimedi naturali, casalinghi o omeopatici possono essere adottati per accompagnare la terapia e per prevenire un eventuale peggioramento delle condizioni della prostatite; è di fondamentale importanza ricordare che i rimedi naturali, omeopatici o casalinghi non possono assolutamente sostituire il trattamento prescritto dal proprio medico, anzi è importante informare il medico a proposito di eventuali rimedi che si ha intenzione di intraprendere, in modo che il medico possa valutare possibili interazioni tra la terapia prescritta ed i rimedi adottati.

I trattamenti e le cure più utilizzati in caso di prostatite acuta batterica e di prostatite cronica batterica si basano sull’assunzione di antibiotici, in quanto queste sostanze combattono contro i batteri; il trattamento della prostatite non batterica, invece, è più difficile da individuare, in quanto, a seconda della causa, è necessario adottare una cura diversa.

I rimedi naturali sono estremamente utili per contrastare diverse condizioni mediche dell’organismo, infatti, anche per quanto riguarda la prostatite, si possono individuare sostanze assolutamente naturali, come, ad esempio, il succo di mirtillo, utile nella prevenzione delle infezioni del tratto urinario, che aiutano a contrastare questa condizione di infiammazione della ghiandola prostatica.

La prima ipotesi circa una possibile prostatite viene avanzata dal medico, tuttavia, in genere, per una diagnosi più sicura si richiede il parere di un urologo, vale a dire di un medico specializzato nelle patologie del tratto urinario e dell’apparato riproduttivo maschile.
La diagnosi della prostatite, di solito, può essere effettuata sulla base dei sintomi riportati dal paziente, tuttavia, essendo la maggior parte dei sintomi della prostatite comuni a numerose altre patologie delle vie urinarie, alcuni esami e analisi possono essere richieste per confermare la diagnosi.
I test diagnostici permettono non solo di confermare l’ipotesi di prostatite, ma soprattutto di individuare di quale forma di prostatite si tratti, comprendendone le cause specifiche; una diagnosi completa di prostatite è estremamente utile, in quanto, in base alle cause che hanno portato allo sviluppo di questo disturbo, si sceglie di intraprendere un tipo di trattamento diverso.

La prostatite batterica acuta è caratterizzata da una infiammazione improvvisa della prostata, dovuta ad una infezione di origine batterica; questa forma di prostatite è poco diffusa, tuttavia i sintomi di questo disturbo sono, in genere, piuttosto acuti.

Le forme in cui la prostatite si manifesta sono diverse, tuttavia si possono distinguere tre tipi principali di prostatite, vale a dire la prostatite batterica acuta, la prostatite batterica cronica e la prostatite non batterica.

Una volta effettuata una corretta diagnosi di prostatite, è necessario intraprendere un trattamento adeguato con tempestività, in modo da prevenire qualsiasi peggioramento delle condizioni della prostata; il trattamento contro la prostatite può essere accompagnato da rimedi naturali, casalinghi o omeopatici, che aiutano ad alleviare i sintomi associati alla prostatite.

Concause sono di certo lo stress e varie situazioni emozionali delicate. Disfunzioni e restringimento dell’uretra prostatica con retrodiffusione intraprostatica dell’urina, la fimosi e la parafimosi possono essere altre cause scatenanti.

Ricordate che le bevande con caffeina irritano la prostata, così come una scarsa idratazione, il tabacco e l’alcool.

Proprio dalla Cina viene la cosiddetta “Diuretic and Anti-inflammatory Pill” , ideata dall’esperta Cinese la D.ssa Li Xiaoping, specializzata nelle patologie dell’apparato urinario e riproduttivo, che è stata impegnata nello studio del rimedio per circa 30 anni.

Sabal serrulata viene indicato quando sussistono frequenti minzioni notturne, diminuzione e ritardo della forza del getto, fastidio e pesantezza perineale. Questo ultimo fastidio, se accompagnato da getto intermittente e dolore nella minzione può indurre l’omeopata a segnalare Conium Maculatum, che si somministra anche quando il paziente riporta erezioni incomplete o labili, emissione involontaria di sperma dovuta ad eccitazione sessuale a livello psichico. A Chimaphila Umbellata si ricorre invece se il paziente avverte un dolore cocente e le urine sono scarse e nauseabonde, con muco denso e talvolta sangue.

Ciascun rimedio omeopatico consigliato dall’esperto in caso di prostatite ha una valenza differente. La natura del disturbo e la differenza manifestazione dei sintomi danno modo all’omeopata di condurre un’analisi globale.

I rimedi e i trattamenti mirano quindi a purificare il Calore, promuovere la circolazione del sangue.

Tra le cause di questa patologia ci sono fattori di natura infettiva. I germi più comuni appartengono a ceppi di Escherichia coli e con minor frequenza Proteus, Klebsiella, Enterobatteri, Pseudomonas , Serratia. Se questi germi fanno il loro ingresso durante il rapporto sessuale si può creare un’infezione uretrale ascendente che sfocia in una prostatite batterica. Anche un rapporto anale senza protezione può esser causa documentata di uretrite, cistite, epididimite acuta, prostatite batterica.

Ulteriore causa è anche un reflusso di urina infetta nei dotti prostatici che si riversano nell’uretra posteriore.

“Fate fuori” tutte la abitudini sedentarie: nella zona che va dai genitali all’ano ( perineo ) va sempre mantenuta una buona circolazione del sangue e della linfa.

You Might Also Like